Konstantinos Nikas

Se n’è andato un grande Greco

orientale_01

Lo scorso 26 aprile è venuto a mancare ai propri cari nella sua casa di Kiato (Korinthia) in Grecia dove viveva dopo il suo pensionamento il Professore di Lingua e Letteratura Neogreca dell’Università “L’Orientale” Konstantinos Nikas. I suoi funerali si sono celebrati il giorno dopo nella chiesa della Trasfigurazione a Kiato, stracolmo di parenti, amici e conoscenti.

Nato a Kiato nel 1935, Konstantinos Nikas ha frequentato la scuola elementare e superiore di Kiato ed ha ottenuto la laurea in Filologia Greca dall’Università di Atene e, successivamente, in Lingua e Letteratura Neogreca dall’Università di Roma “La Sapienza”. Nel 1971 è stato nominato docente di Letteratura Bizantina presso l’Università di Napoli “L’Orientale” e qualche anno dopo, nel 1974, ha ricoperto la cattedra di Lingua e Letteratura Neogreca presso la stessa Università.

Durante la sua lunga carriera, il Prof. Konstantinos Nikas si è occupato soprattutto di Innografia Bizantina, di Illuminismo Neoellenico e di Letteratura Neoellenica. Particolare interesse aveva per lo studio e la salvaguardia dei dialetti degli ellenofoni della Calabria e della Puglia. Ha tradotto opere di oltre 150 poeti e scrittori, ha organizzato convegni scientifici in Italia e all’estero ed è stato membro di varie associazioni scientifiche greche e di altre nazioni.  Al seguito del suo pensionamento nel 2008, è ritornato nella sua amata Kiato dove risiedeva con la sua famiglia.

nikas_01

Grazie al suo contributo per la promozione della lingua e cultura greca all’estero, nel 2010 la Cattedra di Filosofia dell’Università di Atene gli ha conferito il titolo di Dottore “honoris causa”.

Oltre ad essere un brillante accademico, Konstantinos Nikas è stato un prominente membro della diaspora greca in Italia e soprattutto a Napoli, oltre ad uno dei soci fondatori della Comunità Ellenica di Napoli e Campania.

La Comunità Ellenica di Napoli e Campania desidera esprimere le condoglianze più sentite alla consorte Krini e ai figli Sotiris, Anthi, Andreas ed Evangelia per la dipartita del prof. Nikas.
Eterna sia la tua memoria caro amico Dino!