28 Ottobre 1940 | «NO» al fascismo

Mai più fascismo, mai più nazismo, mai più guerra 

Il 28 ottobre si celebra il «NO» (ΟΧΙ) che il popolo greco ha declamato contro l’invasione fascista del 1940.
Si celebra la lotta e il sacrificio di coloro che hanno dato l’anima, il cuore e il loro sangue per la salvezza del popolo e la libertà della Grecia.
La resistenza del popolo greco contro il fascismo e il nazismo rappresenta un segnale di speranza per l’intero mondo democratico e dimostra che quando il popolo diventa consapevole della propria forza, la sua azione diventa inarrestabile.
Abbiamo il dovere, oggi come ieri, di preservare l’autodeterminazione e la sovranità della nostra nazione e di resistere alle difficili sfide della storia recente che condannano il nostro paese alla povertà e umiliano la dignità del suo popolo. 

 

SOLE IDEALE DELLA GIUSTIZIA 

Sole ideale della giustizia – e tu mirto della gloria
no, vi prego, – non dimenticate il mio paese !

Ha gli alti monti in forma di aquile – e sui vulcani festoni di vigne
e le case più bianche – nel quartiere dell’azzurro ! 

Le mie mani tristi con il Fulmine – le riporto indietro dal Tempo
chiamo i miei vecchi amici – con minacce e sangue! 

Testo: Odysseas Elytis (1958)
Versione italiana di Gian Piero Testa.
Musica: Mikis Theodorakis (1964)

Esecuzione: Katerina Fotinaki (voce, chitarra) – Orestis Kalabalikis (chitarra) 

Tratto dalla poesia di Odysseas Elytis: Dignum Est (Το Άξιον Εστί)- Edizioni Ikaros (1958) 


Informiamo i soci e gli amici della Comunità Ellenica di Napoli e Campania che Domenica mattina 26 ottobre 2014, verrà solennemente celebrato l’anniversario della festa nazionale del “NO” presso la chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo in Via San Tommaso d’Aquino | già Vico dei Greci n. 51, Napoli.
Seguirà breve ricevimento nella sala cerimonie della Confraternita in presenza dei rappresentanti delle Forze Armate Greche presso la NATO e con la partecipazione degli alunni della Scuola Elementare Ellenica di Napoli.
Tutti i soci e gli amici della Comunità sono invitati a partecipare.