Settimana della Memoria per la Pace

L’eccidio di Cefalonia

Aversa, 26 ÷ 31 Ottobre 2009

Autorità italiane e greche hanno ricordato la strage compiuta dai tedeschi, dopo l’8 settembre del 1943, ai danni di truppe italiane e di civili greci nell’isola di Cefalonia.
La manifestazione promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Aversa e dalla Comunità Ellenica di Napoli, con il patrocinio del Consolato Generale di Grecia, vede coinvolte, da oltre, un mese, gran parte delle scuole aversane che hanno elaborando lavori e testi in ricordo delle vittime di questo indimenticabile massacro.
Il progetto “Settimana della Memoria per la Pace” è iniziato il 26 ottobre con una giornata studio che, all’Auditorium ex Macello, ha coinvolto accademici e studiosi per inaugurare proprio ad Aversa un laboratorio di riflessione storica coinvolgendo direttamente i giovani. Relatori del convegno Isabella Insolvibile dell’Istituto Campano per la storia della Resistenza e il professor Roberto Romano, grecista dell’Università “Federico II” di Napoli.
La grande chiusura della settimana, il 31 ottobre, nella suggestiva cornice del Duomo di Aversa si è esibito il Coro Polifonico di Argostoli (Cefalonia) in canti e musiche delle isole Ionie. Trentacinque coristi accompagnati da una piccola orchestra di mandolini e chitarre hanno cantato le tradizionali canzoni delle isole del mar Ionio, “serenate”, “barcarole”, “ariette”.
Nell’occasione sono stati anche premiati i vincitori del Concorso riservato alle scuole.
Due mostre, invece, che recuperano la memoria di una luminosa quanto drammatica pagina di storia, sono rimaste aperte tutta la settimana: la prima, “La scelta della divisione Acqui a Cefalonia e Corfù nel Settembre 1943” organizzata dall’Associazione Acqui – sezione campana e l’altra “I ragazzi del ’43 – L’eccidio della divisione Acqui” a cura di Luciana Baldassarri, discendente di uno dei caduti, che da anni si dedica a mantenere viva la memoria su questo sacrificio.
Il progetto è stato ideato da Gianni Korinthios, aversano, membro attivo della Diaspora greca in Italia, e favorevolmente accolto dall’Assessore alla Cultura Nicola De Chiara. Il Sindaco Domenico Ciaramella ha accolto, alla giornata inaugurale, il Console generale di Grecia a Napoli, Emmanuil Apostolakis.
Un’occasione di confronto pacifico tra due popoli, ieri tragicamente coinvolti nella guerra oggi uniti nell’Europa libera e democratica.

reportage fotografico Salvatore De Lucia